I  Colli  Albani  appartengono  alla  provincia  Vulcanica  Romana,  caratterizzata  da magmi alcalino-potassici. Studi  recenti hanno mostrato che  il vulcano non estinto ma  deve  considerarsi  in  uno  stato  di  quiescenza,  essendo  state  trovate  evidenze  di colate  di  fango  (lahar)  generate  da  fuoriuscite  di  acqua  dal  Lago  Albano  fino  ad epoca Romana (IV Secolo a. C., Funiciello et al., 2003).

  importante  ricordare  che  studi  recenti  hanno  mostrato  che  i  Colli  Albani  sono interessati da  ricorrenti sciami sismici, con  ipocentri poco profondi  (~ 3Km) ubicati sotto il Lago di Albano, da un fenomeno di sollevamento in alto, da rilascio di gas di probabile origine magmatica che aumenta in corrispondenza delle crisi sismiche (vedi Carapezza  e  Tarchini,  2007  e  i  riferimenti  bibliografici  ivi  contenuti).  Questi  dati dimostrano che il vulcano da considerarsi potenzialmente ancora attivo.

Home page | D.lgs. 230/95  | Tecnica di difesa | I figli del Radon | Il Killer entra silenzioso! | Aree interessate | Gas endogeno "freddo".  | Vulcano Laziale Attivo | Come misurarlo | Argomenti correlati