IOL toriche per astigmatici
Collegamenti
Contatti
L'astigmatismo è .... difficile da spiegare! In sostanza, la cornea è leggermente ovalizzata con un asse più curvo ed uno meno curvo, perpendicolari tra loro. La messa a fuoco degli oggetti non è regolare.
L'ovalizzazione può avere varie inclinazioni, come negli schemi qui sopra. L'inclinazione è detta asse e si misura in gradi.
Per questo, nelle prescrizioni astigmatiche l'asse è sempre specificato con un angolo e (ad evitare errori) precisato con una freccia. Se la lente venisse ruotata, non funzionerebbe.
Allo stesso modo, le IOL toriche devono essere posizionate secondo l'asse corretto, che viene stabilito mediante accurati esami pre-operatori.
L'evoluzione verso una soluzione sempre più “refrattiva” del problema-cataratta è il trend del prossimo futuro.

In altre parole, la chirurgia della cataratta punta sempre più ad ottenere una riabilitazione visiva completa: si “approfitta” della sostituzione del cristallino per ottenere la correzione (migliore possibile) dei difetti refrattivi.

L'obiettivo ideale è quello di avere un paziente che vede da vicino e da lontano, senza l'uso di occhiali. Nella pratica questo risultato è ottenibile solo in alcuni casi "fortunati"; l'obiettivo diventa, allora, quello di offrire al paziente la massima indipendenza possibile dagli occhiali nel corso della sua giornata-tipo.

Una delle innovazioni più recenti in questo senso è rappresentata dalle IOL toriche, in grado di correggere astigmatismi fino a 3 diottrie. La foto qui sopra mostra una di queste IOL: i microscopici forellini indicati dalle frecce indicano l'asse della correzione astigmatica, che deve essere allineato con l'asse dell'astigmatismo dell'occhio (ulteriori spiegazioni nella colonna a destra).

Il vantaggio è notevole ed immediato: con l'intervento, il paziente elimina sia la cataratta che l'astigmatismo, guadagnando un ottimo livello di visione naturale.

La tecnica di impianto non è particolarmente complessa; il corretto posizionamento della lente all'interno dell'occhio è guidato da marcatori (piccoli segni con matita dermografica) predisposti in sede pre-operatoria sui meridiani principali (0°-90°-180°).

Nella nostra esperienza, il grado di soddifazione di questi pazienti è realmente molto elevato.

Progetto e realizzazione del sito: Romolo Fedeli

In ottemperanza alle norme di etica medica ed alle disposizioni correnti sulla privacy, tutti i dati (inclusi quelli personali) inviati a questo sito sono tutelati da segreto professionale e non verranno divulgati per nessun motivo. Le informazioni fornite su questo sito intendono completare, e non sostituire, le relazioni esistenti tra pazienti/visitatori ed i loro medici curanti. Questo sito è ospitato nel dominio della Fondazione Bietti per l'Oftalmologia - Onlus ed è stato progettato e realizzato dall'Autore. Testi, foto e disegni sono originali e non violano leggi sul copyright. Il sito non imposta cookie, è finanziato con fondi personali e non riceve alcun finanziamento commerciale.

Pagina aggiornata il: 8 ottobre 2011

Numero di accessi a questa pagina:  15577

 Use OpenOffice.org
Sito segnalato da cercasalute.it