Trattamento dello strabismo
Collegamenti
Contatti
Il paziente è in anestesia generale, prima è dopo l'intervento: il risultato è immediatamente valutabile.
Approfondimenti
Ad un mese dall'intervento sui muscoli retti mediali, quello che si nota non è solo .. il cambio di look!
Il momento del taglio di un muscolo durante un intervento per strabismo. Sotto, un'immagine ingrandita: il muscolo è evidenziato dai puntini gialli.
Come accennato in premessa, l'aspetto più delicato del trattamento chirurgico dello strabismo è la scelta del momento e del tipo di intervento; la procedura chirurgica in sé non offre difficoltà tecniche particolari e segue metodiche note da decenni.

In altre parole, è importante comprendere come la buona riuscita dell'intervento sia il frutto di un paziente lavoro di studio e di preparazione. Come accennato altrove, non tutti gli strabici possono o devono essere operati.

Scopi del trattamento chirurgico

Quando si propone un intervento chirurgico è importante chiarire bene quali sono gli obiettivi dell'intervento stesso.

Lo scopo estetico è senza dubbio di primaria importanza: tanto nei bambini quanto negli adulti, la presenza di una deviazione oculare rappresenta spesso motivo di insicurezza e può essere causa di problemi psicologici e di rapporto con il prossimo.

Lo scopo funzionale è talora raggiungibile, come nel caso di molte forme di strabismo divergente nelle quali l'intervento aiuta a ristabilire una visione binoculare normale.

L'eliminazione della diplopia e di un eventuale torcicollo oculare sono obiettivi tipici delle forme di strabismo paralitico; a volte, in questi casi, il risultato è limitato alla posizione primaria degli occhi (sguardo dritto in avanti).

Quando operare

Non esiste in proposito una regola fissa.

In alcune forme infantili, come nell'esotropia essenziale, l'intervento viene proposto nei primi anni di vita: come dice il prof. Campos nel suo testo, non vi è motivo per lasciare in giro piccoli pazienti strabici che dovranno comunque essere operati, creando a loro ed alle loro famiglie complessi e problemi di vario genere.

Anche gli strabismi che causano torcicollo oculare devono essere operati precocemente, evitando che si instaurino asimmetrie del volto e della colonna cervicale che potrebbero poi essere causa di problemi per tutta la vita.

In altre forme di strabismo infantile, si attendono invece i risultati della terapia ortottica ed il completo sviluppo del cranio e dell'orbita, fino all'assestamento della condizione sensoriale e motoria: ciò significa la pubertà ed anche oltre.

Gli strabismi paralitici necessitano di un periodo di stabilizzazione, durante il quale si può assistere alla ripresa funzionale più o meno completa del muscolo o dei muscoli deficitari: l'intervento correggerà ciò che resta del difetto.

I test pre-operatori

La preparazione all'intervento consta di una serie di test in grado di "simulare" con lenti prismatiche i risultati dell'intervento stesso e di prevedere, con buona approssimazione, i risultati estetici e sensoriali.

E' necessario escludere una eventuale diplopia post-operatoria e valutare la possibilità di un "ritorno" dello strabismo: in alcuni casi, infatti, l'anomalia di posizione è talmente radicata che tende a ripristinarsi nonostante l'accorciamento o lo spostamento dei muscoli extraoculari.

La tecnica chirurgica

Si tratta di agire su uno o più muscoli extraoculari, cioè di quei piccoli muscoli incaricati di muovere l'occhio nelle varie direzioni. L'immagine riprodotta sulla destra, ad esempio, è tratta da una RMN del cranio e visualizza in sezione i due globi oculari ed i muscoli retti mediali (RM) e retti laterali (RL), che servono a muovere gli occhi in senso orizzontale.

Gli interventi più frequentemente eseguiti sono due: la recessione, che indebolisce il muscolo spostando indietro la sua inserzione sulla sclera, e la resezione che rinforza il muscolo accorciandolo e tendendolo (come un elastico). Si può intervenire su uno o più muscoli, contemporaneamente o in tempi successivi.

L'anestesia generale è d'obbligo per i bambini e gli adolescenti. Nei giovani e negli adulti, proponiamo costantemente l'anestesia locale che offre, tra gli altri, il vantaggio di una immediata dimissione del paziente.

Progetto e realizzazione del sito: Romolo Fedeli

In ottemperanza alle norme di etica medica ed alle disposizioni correnti sulla privacy, tutti i dati (inclusi quelli personali) inviati a questo sito sono tutelati da segreto professionale e non verranno divulgati per nessun motivo. Le informazioni fornite su questo sito intendono completare, e non sostituire, le relazioni esistenti tra pazienti/visitatori ed i loro medici curanti. Questo sito è stato progettato e realizzato dall'Autore. Testi, foto e disegni sono originali e non violano leggi sul copyright. Il sito non imposta cookie, è finanziato con fondi personali e non riceve alcun finanziamento commerciale.

Pagina aggiornata il: 9 ottobre 2011

Numero di accessi a questa pagina:  41520

 Use OpenOffice.org
Sito segnalato da cercasalute.it