Il Sistema

Home

  Il Fiori Blue Team
I principi generali
Le 3 regole d'oro

I trattamenti
Lo stile di appoggio
La Checkback
La gestione dei relay

Le aperture
Apertura 1
Apertura 1
Aperture 1/
Apertura 1SA
Apertura 2
Apertura 2
Aperture 2/
Apertura 2SA
I Barrage

L'intervento
Intervento a livello
Intervento a salto
Intervento di 1SA
Le Ghestem
Intervento su apertura 1SA

L'accostamento a slam
Le cue-bid
Il 4SA D.I.
Il 5SA GST


Una stesura completa del sistema in lingua Italiana (comprensiva della convention FIGB in formato bitmap) è scaricabile cliccando qui: Fiori Blue Team.

Le convention FIGB in formato bitmap scaricabile cliccando qui: Convention.

Il testo in lingua inglese, tradotto da Daniel J. Neill, è scaricabile cliccando qui: Blue Team Club (English Edition)

Seguendo i link presentati a fianco potrai fare una carrellata generale sul sistema, sullo stile di dichiarazione da adottare, sul metodo di accostamento a slam da seguire e su tutti gli elementi che caratterizzano il Fiori Blue Team

Qualche indicazione che permetta un orientamento, prima di gettarsi nello studio del sistema.

Il Fiori Blue Team è un sistema che prevede un approccio "sound", basato su aperture ed interventi solidi e su un atteggiamente generalmente cauto e tendente a garantire valori dichiarativi. Chi ama aperture deboli, interventi aggressivi o in salto debole, aperture di 1SA "mini" o altri tatticismi esasperati non troverà nulla di interessante in questo sistema. 

Il Blue Team, infatti, non rinuncia affatto ad esercitare pressione sugli avversari, ma lo fa sfruttando la sua architettura, senza mai mettere a rischio la posizione dichiarativa. 

I principali punti di forza del sistema sono:

  1. Una precisione molto elevata, grazie all'estrema limitazione dei range di forza espressi dalle varie sequenze ed all'utilizzo del fiori forte, utile sia quando l'apertura è di 1, sia quando non lo è.
  2. L'anticipazione sistematica dei nobili, anche in corto-lungo, che permette una costante azione interdittiva e l'utilizzo di sequenze molto rapide ed efficaci.
  3. L'uso delle aperture di 2 nel minore con mono/bicolori solide, che permette un'azione interdittiva e costruttiva allo stesso tempo.
  4. L'adozione di uno stile di accostamento allo slam che permette un'immediata valutazione della solidità del colore di atout e della presenza di adeguati controlli. 

Tutto ciò costa, ovviamente, lo sforzo da dedicare ad un certo studio delle sequenze e la disponibilità ad abbandonare brutte abitudini prese frequentando sistemi inferiori.

Buona lettura!